Andrea Scirè

Andrea Scirè

Andrea Scirè nasce a Catania nel ’78. Durante i primi anni di università, si accosta alla fotografia che oggi considera come il jazz:

“un’estemporanea improvvisazione sul tema della vita.”

Dopo un’intensa esperienza come biologo in Africa, rientra in Italia e decide di focalizzarsi completamente alla comunicazione creativa; i continui studi in ambito di Visual Communication e Imaging lo portano in breve tempo a diventare un docente Certificato Adobe® e Creative Web Designer per diverse agenzie di Comunicazione Web Italiane.

Nel corso degli anni, sperimenta i vari generi fotografici, concentrandosi dal 2014 sulla fotografia di strada. Fonda dunque fotostreet.it,oggi tra i più noti blog dedicati alla street photography, tramite cui divulga le sue esperienze fotografiche, approfondimenti culturali sulla fotografia e la sua personale e continua ricerca nell’ambito.

Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti internazionali tra i quali: diverse menzioni d’onore all’ IPA (International Photography Awards) al Px3 (Prix de la Photographie de Paris), e al FIIPA – Fiof International Photography Awards. Un Gold al PX3 di Parigi nel 2017 seguito da un secondo Posto All’IPA a New York e ancora 2 Silver all’appena concluso Tokyo Foto Awards 2019.

Dal 2015 viene annoverato nella rosa dei Selected Street Photographer del World Street Photography e tra i 100 autori internazionali pubblicati nelle edizioni 2015 e 2016.

Sempre nel 2016 i suoi scatti di Catania per Fujifilm (x-pro2), selezionati da Benedetta Donato, nota curatrice italiana, vengono pubblicati nel libro “Italian Street Photography, una visione italiana della fotografia di strada”. Nello stesso anno, rientra tra gli autori selezionati da Urban (dotArt) per il secondo volume: “URBAN unveils the City and its secrets”.

Seguiranno poi altre pubblicazioni in zine e libri internazionali come: “Urban Unveils the city and its secrets vol.3, vari numeri della zine Cities (edito da ISP in collaborazione con Fujifilm Italia – di cui sarà anche mentore) e in cui viene dedicata la copertina nell volume 2, Urban & Human Empathy (DotArt), IPA e PX3 Photography Awards Book 2017, The Italians 2018 (ISP), Short Street Stories” (Urban) tributo internazionale alla street photography satirica di Martin Parr e Nick Turpin.

Sempre nel 2019 viene pubblicato nel Bollettino annuale del gruppo Generali (Assicurazioni) distribuito in tutta Italia e in svariate sedi estere.

Le pubblicazioni editoriali nel corso degli anni sono state affiancate da numerose esposizioni nazionali ed internazionali: Trieste, Roma, Firenze, Modica, Milano, Lódz, Orvieto, Amburgo (presso la GUDBERG NERGER GALLERY)e ancora in Proiezioni a Miami, Parigi e New York.

Fondatore del progetto “Italian Street Photography” e della Chicago Street Photography Experience è attualmente attivo in svariati workshop, collaborazioni e nella sua continua e personale ricerca fotografica.

Maggiori informazioni e dettagli nella sezione about del blog fotostreet.it

certified_educator_badge_small

fotostreet

photovogue